RINOPLASTICA

La Rinoplastica consente di ristabilire le proporzioni tra le varie strutture del naso tra di loro e del naso in toto con il resto del viso. Il nostro obbiettivo è correggere l’aspetto e la forma del naso, poco gradevoli per il paziente, e di renderlo armonioso con il resto del volto. Chi si accorgerà del cambiamento dovrà dirvi che ora siete più belli voi, e non il vostro naso da solo. In presenza di deviazioni del setto o difficoltà respiratorie potrà essere associata una Settoplastica. La Rinoplastica permette di correggere il gibbo, la punta e la forma delle narici migliorandone le proporzioni. L’intervento si esegue in anestesia generale. Le incisioni si eseguono sulla mucosa interna o alla base delle narici secondo la tecnica utilizzata. Si posizionano dei tamponi nasali per pochi giorni e uno splint sul dorso del naso per 7 – 10 giorni. La regione palpebrale potrà apparire gonfia e tumefatta nel postoperatorio. I punti interni si riassorbiranno mentre gli eventuali punti esterni verranno rimossi dopo 7 – 10 giorni. All’inizio il naso apparirà gonfio e il risultato finale sarà apprezzabile a partire da qualche mese fino anche ad 1 anno dall’ intervento.

BLEFAROPLASTICA

L’età, l’esposizione solare e fattori ereditari insieme contribuiscono alla formazione delle rughe e delle borse intorno agli occhi. Ne risulta un aspetto stanco e invecchiato. La blefaroplastica o il lifting del terzo medio permette di ridare un’aria più riposata ai tuoi occhi e uno sguardo meno appesantito e più giovanile. Inoltre migliora il campo visivo nel caso di un eccesso di cute nella palpebra superiore che interferisce con la visione periferica e superiore. La blefaroplastica può essere eseguita sulla palpebra superiore, inferiore o su entrambe. L’intervento si esegue in anestesia locale o locale con sedazione e dura in media 1 o 2 ore se si interviene solo sulla palpebra superiore o inferiore, o se si interviene su entrambe contemporaneamente. Le incisioni chirurgiche si eseguono lungo le linee naturali delle palpebre, sono ben nascoste e quasi mai visibili una volta guarite. L’intervento consente la rimozione della cute in eccesso, il riposizionamento del muscolo e la rimozione o la riduzione del grasso periorbitario erniato. Solitamente non c’è dolore nel postoperatorio. Possono esserci a seconda dei casi e dei pazienti gonfiore e ecchimosi per 1 – 2 settimane. Le suture verranno rimosse in 4° – 5° giornata postoperatoria e sarà possibile truccarsi. Eventuali lenti a contatto potranno essere riutilizzate dopo un paio di settimane circa.

MASTOPLASTICA RIDUTTIVA

La mastoplastica riduttiva è una procedura chirurgica per il trattamento delle ipertrofie mammarie e delle gigantomastie, particolarmente nelle donne con associati problemi di salute. Problemi della colonna dorsale come dorsalgia e lombalgia dovuti all’eccessivo peso delle mammelle; irritazione cutanea del solco sottomammario o della spallina del reggiseno, errata postura e interferenza con le attivita quotidiane. L’intervento si propone attraverso un disegno preoperatorio di rimuovere il parenchima mammario, il tessuto adiposo e la cute in eccesso, di rendere il seno più leggero ed esteticamente più piacevole. E’ anche possibile ridurre il diametro areolare. Tutto il tessuto rimosso viene comunque inviato per esame istologico. L’intervento attenua i problemi di salute associati a mammelle di grosse dimensioni, migliorandone inoltre l’aspetto estetico. L’intervento si esegue in anestesia generale con una durata di 2 – 3 ore circa. Il paziente dovrà limitare l’attivita fisica nell’ immediato postoperatorio e indossare un reggiseno sportivo per qualche settimana. Le cicatrici sono situate intorno all’ areola, verticale dall’ areola al solco sottomammario e a seconda dei casi puo essere presente una cicatrice nel solco. Attraverso queste incisioni si asportano i tessuti in eccesso e il complesso areola capezzolo viene riposizionato piu in alto e la mammella riconfezionata secondo canoni estetici.

MASTOPLASTICA ADDITIVA

La mastoplastica additiva e una procedura chirurgica che consente di aumentare il volume mammario nelle donne che non sono soddisfatte delle dimensioni delle proprio seno. Permette inoltre di correggere la perdita di volume dopo l’allattamento e le asimmetrie mammarie. Nel caso di seni svuotati e ptosici (scesi), e possibile eseguire contemporaneamente una Mastopessi. L’intervento prevede l’inserimento di un dispositivo protesico (protesi mammaria) attraverso l’incisione chirurgica (sottomammaria, periareolare, ascellare), che viene posizionato in sede retro ghiandolare, sottomuscolare, sotto fasciale o dual plane. L’ intervento si esegue in anestesia generale e dura 1 – 2 ore circa. I punti di sutura utilizzati possono essere in materiale riassorbibile o non riassorbibile che vengono invece rimossi dopo 10 – 14 giorni. Possono essere posizionati dei drenaggi secondo i casi che vengono rimossi dopo pochi giorni. I pazienti possono tornare alle loro normali attivita gia dopo un settimana, mentre l’ attivita sportiva verra ripresa dopo 3 – 4 settimane.

LIPOSUZIONE

La liposuzione consente la rimozione del grasso indesiderato in eccesso, localizzato in aree che difficilmente migliorano con l’ esercizio fisico, come fianchi, cosce, addome, ginocchia, anche, volto, collo e braccia. E una procedura che da ottimi risultati in soggetti con una buona elasticita della cute, con un peso vicino al peso forma (calcolato secondo il BMI), ma che hanno dei depositi di grasso localizzato. Non e un trattamento per l’obesita. Ha come obiettivo produrre una ridefinizione della silhouette migliorando le forme e il profilo.

L’intervento richiede piccole incisioni della cute in punti nascosti attraverso cui vengono inserite le cannule di aspirazione che permettono di frantumare e rimuovere il grasso. Parecchie aree possono essere aspirate durante una seduta operatoria sebbene, a volte, e necessario limitarsi nella quantità di grasso asportato. Nel postoperatorio le zone trattate potranno risultare gonfie e tumefatte per diverse settimane. Cio dipende dalla zona trattata, dalla quantità di grasso rimosso e dalla qualita della cute. Sara necessario indossare degli indumenti elasto – compressivi (guaine, calze) per 3 – 4 settimane, per ridurre il rischio di accumulo di fluidi e per facilitare la guarigione.

ADDOMINOPLASTICA

L’Addominoplastica permette di correggere un addome prominente dovuto a rilassamento della parete addominale, diastasi dei muscoli retti, gravidanze, dimagramenti. Parliamo di quell’eccesso di cute che tipicamente non migliora con l’ esercizio fisico. L’addominolpastica non serve a perdere peso. L’intervento consente di eseguire una plastica dei muscoli retti, che vengono rinforzati lungo la linea mediana e gli obliqui, con il risultato di ottenere una riduzione del punto vita. Inoltre la cute e il tessuto adiposo in eccesso vengono asportati, migliorando l’aspetto dell’addome. L’obiettivo e ottenere un addome piatto ed esteticamente piacevole anche attraverso il riposizionamento dell’ ombelico. All’addominoplastica si puo associare una liposcultura. L’intervento dura 2 – 3 ore circa e si esegue in anestesia generale. Le incisioni chirurgiche possono essere facilmente occultate dal costume, ma in alcuni casi possono estendersi da un fianco all’ altro. Vengono posizionati dei drenaggi per qualche giorno al fine di ridurre il rischio di complicanze. Il paziente necessita di 1 – 2 settimane di riposo e di almeno un mese di astensione dall’ attivita fisica.

BODY CONTOURING DOPO PERDITA DI PESO

Dopo una perdita di peso significativa o dopo chirurgia dell’obesità può residuare un eccesso di cute molto importante. Una procedura circonferenziale può eliminare tutta la cute in eccesso e migliorare l’aspetto e il profilo dell’addome, delle cosce, dei glutei, del dorso. L’intervento si esegue in anestesia generale e richiede spesso delle lunghe cicatrici per migliorare le aree trattate. La rimozione della cute permette di stringere tali aree sul fronte donando un “effetto piatto”. Dopo di che si esegue la stessa procedura sul dorso per ottenere lo stesso effetto. Alcuni paziente necessitano contestualmente dei lifting delle braccia, del seno, delle cosce. Gli interventi si eseguono i una o piu sedute secondo i casi. Vengono prescritti presidi elasto – compressivi per 2 – 3 settimane.

OTOPLASTICA

L’Otoplastica permette di correggere le orecchie prominenti o a ventola, e di ricreare la fisiologica curvature dell’antelice quando assente. Può essere eseguita sia sugli adulti che sui bambini, dopo i 5 – 6 anni alla fine dello sviluppo delle orecchie. L’intervento è finalizzato a rimodellare la cartilagine per correggere la prominenza dell’orecchio. L’intervento si esegue in anestesia locale o locale con sedazione, e ha una durata di 1 – 2 ore circa. Le incisioni si eseguono dietro l’orecchio nel solco retro auricolare. Alla fine dell’intervento si posiziona una fasciatura intorno alla testa a coprire e proteggere le orecchie. I punti di sutura verranno rimossi dopo 10 – 14 giorni. Al paziente sarà consigliata una fascia elastica modello “tennista” per proteggere le orecchie nell’immediato post-operatorio da portare per 20 giorni circa, soprattutto la notte.

MASTOPESSI

La Mastopessi permette di risollevare e riconfezionare la mammella femminile. Con il tempo la mammella può perdere la sua forma, il suo aspetto e il suo turgore, a causa di gravidanze, allattamento, fluttuazioni ponderali, invecchiamento. La Mastopessi può essere associata ad una Mastoplastica Additiva (Pessi con Protesi), per eliminare l’inevitabile rilassamento della mammella che appare svuotata. L’intervento si esegue in anestesia generale e puo durare 2 – 3 ore circa. Le incisioni si eseguono intorno all’areola ed eventualmente anche dall’areola al solco sottomammario. Attraverso tali incisioni si rimuove la cute in eccesso, si può ridurre il diametro areolare e si riposiziona più in alto in complesso areola – capezzolo. Nell’immediato postoperatorio l’attivita fisica deve essere limitata nel primo mese ed e necessario indossare un reggiseno sportivo per qualche settimana.

MENTO

Su un viso complessivamente armonioso ma con un mento troppo piccolo, e possibile eseguire una mentoplastica di tipo additivo, cioè un intervento chirurgico che aumenta il volume di questa parte del volto mediante l’applicazione di una piccola protesi. E un intervento che si può eseguire in day hospital o con una notte di degenza. L’incisione può essere posizionata sotto il mento in un solco naturale o si può optare per un accesso endorale. L’intervento dura circa 30 minuti può essere eseguito in anestesia locale con sedazione.

ZIGOMI

Gli zigomi sono importanti punti di luce del viso. Quando sono sfuggenti il volto appare piatto e stanco. Evidenziare uno zigomo che non c’è e sollevare la guancia, e possibile mediante diverse metodiche: con protesi zigomatiche o con impianto di materiali. Restituire o dare pienezza a zigomi e guance contribuisce a valorizzare sguardo, naso e sorriso nell’equilibrio del viso. Mentre la parte laterale degli zigomi e prevalentemente ossea, quindi più stabile, la sua parte anteriore (sotto gli occhi) risente delle variazioni legate all’età e al dimagrimento. Lo zigomo può non essere pieno e convesso per diversi motivi: per costituzione, se l’osso zigomatico non e abbastanza pronunciato, o se lo strato adiposo sottocutaneo e sottile; per il trascorrere del tempo, che porta a una progressiva riduzione sia del grasso sottocutaneo che della muscolatura della guancia. Le protesi sono generalmente di silicone solido, di consistenza duro-elastica e hanno misure e forme differenti per soddisfare ogni tipo di esigenza. L’intervento e eseguito in anestesia locale. Non sono previste fasciature, vengono applicati cerotti di carta sulle guance, da togliere al massimo dopo 3 o 4 giorni.

LIFTING

Il lifting è un intervento chirurgico che ha il proposito di dare al paziente un aspetto più giovanile del suo volto, del collo, della regione delle guance, ridonando maggiore pienezza alle gote, distendendo la cute e le rughe maggiori.

Il nostro obiettivo è donare al paziente il migliore aspetto per la sua età, ridefinendo il contorno del mento, del collo e delle guance. Nessuno possiede la macchina del tempo. Inoltre, se è presente un eccesso di grasso nel collo o a livello del mento, questo potrà essere rimosso attraverso lipoaspirazione o direttamente in combinazione con altre procedure come la blefaroplastica o il lifting del sopracciglio è possibile creare un effetto molto più armonioso con un risultato più completo, più duraturo, più piacevole.

L’intervento si esegue in anestesia generale o locale più sedazione con una durata di 2-3 ore circa.Le incisioni cadono lungo le linee naturali al davanti dell’orecchio, intorno al lobo auricolare, dietro l’ orecchio e all’interno dei capelli. Si esegue lo scollamento della cute dai sottostanti muscoli della faccia e del collo con loro trazionamento e riposizionamento a cui fa seguito il drappeggio e la rimozione della cute eccedente. Viene posizionato un drenaggio per tutta la notte postoperatoria e si esegue una fasciatura del volto e del collo.

Le suture verranno rimosse dalla 7° alla 12° giornata. Nell’immediato postoperatorio potranno presentarsi ecchimosi e gonfiore e il paziente potrà tornare ad una attiva vita sociale dopo 2 – 3 settimane.